Tocofobia

15/01/2014

tocofobia bigPaura del corpo che cambia in gravidanza, paura di morire, paura di sentire dolore durante il parto. Per qualcuna i normali timori che accompagnano la gravidanza e la paura del parto possono trasformarsi in una vera fobia, chiamata tocofobia.

Un disturbo che può addirittura impedire alla donna di portare avanti una gravidanza e di volere dei figli propri. Secondo le statistiche britanniche una donna su sei vive la gravidanza e il parto con un’ansia eccessiva e il numero potrebbe crescere, anche perché è più comune di quanto non si pensi.

Che cos'è?

Le fobie sono un particolare tipo di disturbo d’ansia, la paura irrazionale di qualcosa che nella realtà non rappresenta un serio pericolo e chi soffre di fobie provano sintomi precisi come panico, tachicardia, mancanza di respiro, tremori, forte desiderio di scappare.

Nelle donne che soffrono di tocofobia la semplice vista di una donna incinta provoca pianto, iperventilazione, sudorazione e nausea e possono essere in grado di affrontare il momento del parto soltanto con un’anestesia generale, con agopuntura, o addirittura optando per un parto cesareo la cui incidenza ha raggiunto negli ultimi anni vette elevatissime.

Quali sono le sue origini?

In certi casi la tocofobia trova origine in un disturbo alimentare o in un abuso o un trauma vissuto nell’infanzia.

Come curare la tocofobia?

Può essere utile una terapia cognitivo-comportamentale con farmaci antidepressivi e precise tecniche finalizzate a ridurre l’ansia.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.