sudamina

Sudamina

14/06/2017

Altrimenti nota come miliaria, la sudamina è una eruzione cutanea caratterizzata dalla presenza di vescicole piccole ma che possono estendersi per gran parte del corpo. E' causata esclusivamente da una eccessiva sudorazione. Molto frequente nei bambini specie quando la temperatura esterna sfiora i 32/35 gradi e il tasso di umidità è altissimo.

Sintomi della sudamina

La sudamina è un disturbo tipicamente estivo, estremamente frequente nei bambini, soprattutto in quelli più piccoli, che passano tante ore stesi nella culla o nel passeggino e non hanno modo di far asciugare il sudore all’aria.

Il meccanismo di termoregolazione è ancora molto immaturo nei bambini piccoli, inoltre i pori della pelle hanno dimensioni molto più piccole di quelle degli adulti e ciò fa sì che i dotti sudoripari si ostruiscano con facilità. Il sudore rimane imprigionato nei dotti delle ghiandole sudoripare ostruiti dai piccoli edemi e ciò provoca un'irritazione che può causare anche prurito.

La sudamina viene classificata in tre livelli di gravità:

  • miliaria cristallina: l’ostruzione dei dotti è superficiale e lo sono anche le lesioni;
  • miliaria rubra: le lesioni hanno un colore rossastro e l’ostruzione del dotto è leggermente più profonda;
  • miliaria profonda: l’ostruzione è profonda e ciò provoca delle vesciche che possono causare non solo prurito ma anche dolore, soprattutto nella zona dove la pelle si piega.

Sudamina, quanto dura

La sudamina, come dicevo, si manifesta con micro-vescicolette con bollicine trasparenti soprattutto nelle zone dove il bambino presenta una maggiore sudorazione. Se fa molto caldo questa irritazione può durare anche per giorni, finchè le condizoni climatiche non cambiano (non solo la temperatura ma anche il tasso di umidità).

Durante le giornate mlto calde, quindi è importante spostare il bambino in un ambiente fresco, evitando di portarlo al mare nelle ore più calde della giornata, fargli un bagnetto rinfrescante, anche più volte al giorno, con acqua tiepida e stendere sulla pelle un leggero velo di crema idratante o un talco.

La crema non deve essere molto grassa o ricca perché ciò che provoca la sudamina è proprio l'incapacità della pelle di respirare a causa dell'eccessiva sudorazione. Il mio pediatra, infatti, mi disse di non usare alcuna crema, ma solo una antistaminica la sera nel caso il bimbo soffrisse molto il prurito. Invece mi consigliò di tenere spesso bagnata la pelle, rinfrescarla con acqua tiepida e usare il conizionatore.

Sudamina, rimedi

La sudamina non è una malattia, ma una condizione causata da circostanze ambientali, quindi ciò che si può fare per prevenire o curare il problema è:

  • fare attenzione che il bambino non sia troppo coperto, fargli indossare abiti in fibra naturale e traspiranti;
  • rinfrescare l’ambiente con frequenti ricambi d’aria o con l’ausilio di condizionatori o ventilatori;
  • se la temperatura lo consente, è bene tenere il bambino svestito (togliendo anche il pannolino) in modo da permettere una corretta respirazione della pelle;
  • asciugare la pelle dal sudore in modo da impedirgli di ostruire di dotti;
  • fargli bagnetti frequenti con il bicarbonato o l'avena con lo scopo di rinfrescare la pelle.

Nei casi in cui il prurito è particolarmente intenso puoi provare a stendere un velo di crema antistaminica prima di mettere il bambino a nanna.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.