Mamme in telelavoro

11/02/2014

telelavoro bigIn Italia non è ancora molto diffuso e soprattutto non è considerato come un valore aggiunto. Spesso inoltre non è una scelta ma un modo per riciclarsi dopo la nascita di un figlio.

Stiamo parlando del telelavoro: un modo di lavorare indipendente dalla localizzazione geografica dell'ufficio o dell'azienda, facilitato dall'uso di strumenti come computer e telefono e soprattutto caratterizzato da flessibilità sia nell’organizzazione, sia nelle modalità di svolgimento.

Spesso dicevamo, lavorare da casa diventa l’unica alternativa a disposizione di quelle donne che si vedono chiudere improvvisamente le opportunità di carriera non appena diventano mamme. A volte però è anche una scelta, fatta in modo coscienzioso per conciliare meglio le esigenze di lavoro e famiglia. Se portato avanti con professionalità e impegno, il telelavoro può essere una vera fonte di guadagno alternativa se non addirittura principale.

Ovviamente esistono pro e contro di questa scelta; vediamo insieme quali sono i più comuni.

PRO: Possibilità di gestire in totale autonomia il proprio lavoro, soprattutto in termini di tempo
CONTRO: Il rischio è di non staccare mai. Avere sempre a portata di mano pc e telefono ci rende disponibili ad accettare lavori dell’ultimo minuto e a passare la notte a lavorare a lavorare ad oltranza.

PRO: Molte donne lamentano un ambiente di lavoro avverso e difficile. Non sempre la convivenza tra colleghi è facile. Lavorare da casa, ripara da questa problematica.
CONTRO: Il lavoro è anche un occasione di socializzazione e di confronto. Lavorare da sola tutto il girono può essere frustrante e isolante.

PRO: Si abbattono i costi di trasferte per andare e tornare dall’ufficio, per pranzare fuori e cosi via
CONTRO: Se non si ha un contratto da dipendente con l’azienda che eroga il telelavoro, ma si è lavoratori autonomi, bisogna ricordare che tasse, IVA e INPS rappresentano una bella fetta di stipendio che va via.

Un consiglio per le donne che scelgono di cambiare la propria vita, lasciando il cosiddetto posto fisso in favore del telelavoro: la parola d’ordine è ORGANIZZAZIONE. Pianificare le proprie giornate è fondamentale per evitare da un lato di farsi schiavizzare dal lavoro e dall’altro per evitare di mancare scadenze e perdere di credibilità. Lavorare da casa è un ottimo modo per conciliare vita privata e lavoro, il famoso work-life balance), ma è comunque un lavoro e non di certo un passatempo.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.