frutti di bosco

Frutti di bosco

17/06/2014

Nelle storia della cucina italiana i frutti di bosco non hanno mai occupato un posto rilevante poiché, sviluppandosi nel clima umido del sottobosco erano un cibo facilmente reperibile per contadini e montanari, ma disdegnato dai più ricchi. Oggi al contrario sono ritenuti quasi una primizia a causa del costo spesso elevato, dovuto al fatto che richiedono una raccolta manuale molto lunga dovuta alle loro piccole dimensioni.

Invece, i frutti di bosco andrebbero consumati molto più frequentemente perché sono poveri di calorie (da 25 a 40 calorie all’etto a seconda del frutto), estremamente dissestanti (sono fatti di acqua per 90%) e sono ricchi di vitamine, soprattutto A, B1 e B2 e C e di sali minerali.

fragiline bosco

Fragoline di Bosco (27 calorie/etto)

Contengono buone dosi di vitamina C (che combatte i radicali liberi prevenendo l’invecchiamento della pelle), di iodio, di ferro, di calcio, di fosforo. Hanno  proprietà depurative e diuretiche e sono indicate nelle infiammazioni del cavo orale oltre che per combattere ipertensione e stress.

more

More (36 calorie/etto)

In Italia il frutto è maturo principalmente in agosto e settembre e hanno un gusto che passa da dolce ad acidulo a seconda dei periodi. Ha discrete proprietà nutrizionali ed è ricco di vitamine A e C oltre che di betacarotene, a aiutano a lenire i dolori legati a reumatismi e infiammazioni articolari.

mirtilli

Mirtilli (25 calorie/etto)

I mirtilli, soprattutto quelli selvatici, rappresentano una vera e propria miniera di sostanze benefiche per la salute, aiutando a migliorare la salute del cuore e a prevenire le infezioni delle vie urinarie. Sono inoltre grandi alleati della circolazione sanguigna.

lamponi

Lamponi (34 calorie/etto)

La fioritura avviene normalmente tra maggio e giugno mentre il frutto matura in tarda estate o inizio autunno. Tra i frutti di bosco sono senza dubbio i più nutrienti perché sono ricchi di vitamine B1, B2, C ed E, fosforo, potassio e calcio, zuccheri, fibre ed acido folico. Sono noti per le proprietà antinfiammatorie delle vie respiratorie e per le proprietà antitumorali, in particolar modo quelli intestinali. Aiutano la regolarizzazione del ciclo e hanno un buon effetto diuretico.

ribes

Ribes (27 calorie/etto)

Definito il cortisone naturale, il ribes ha due varietà, rosso e nero. Un vero regalo della natura, di cui si utilizzano gemme, bacche e persino le foglie. E’ incredibilmente ricco di vitamina C (quattro volte di più delle arance) ed è un potente antiossidante.

uva sina

Uva spina (40 calorie/etto)

Rafforza le difese immunitarie ed è quindi utile che sia spesso presente dell’alimentazione di bambini e adolescenti. In Italia non è particolarmente consumata e conosciuta nonostante sia un frutto molto comune. Contiene vitamina C, acidi malico, salicilico e tartarico ed è una buona fonte di ferro, potassio e bioflavonoidi.

 

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.