la dieta anti caldo

La dieta anti caldo

05/07/2017

Disidratazione, irritabilità, stanchezza e disturbi del sonno e dell’umore. Sono questi i più comuni effetti delle alte temperature. Piccoli disturbi che possono essere combattuti anche facendo le giuste scelte a tavola. Ecco una serie di suggerimenti per una dieta anti-caldo.

Durante l’estate, quando la colonnina di mercurio sale precipitosamente e il gran caldo comincia a farsi sentire, comportando problemi di disidratazione e spossatezza, è importantissimo prestare una particolare cura alla dieta e all’alimentazione perché proprio dalla tavola può arrivare un importante contributo per sentirsi bene e recuperare le energie.

Vediamo quali sono le indicazioni principali per mangiare in modo corretto durante l’estate.

Durante l’estate è necessario reintegrare i liquidi persi attraverso il sudore: acqua, latte, frullati, succhi di frutta e gelati. L’acqua può essere assunta anche attraverso la frutta e le verdure che ne sono ricche, ad esempio l’anguria contiene per la stragrande maggioranza proprio l’acqua.

Con il sudore si perdono gran parte di questi preziosi sali minerali che è davvero indispensabile reintegrare attraverso integratori, centrifugati o cibi come frutta e verdura. Si consiglia infatti di consumare almeno cinque porzioni tra frutta e verdura al giorno.

Le bevande alcoliche sono particolarmente caloriche e inoltre l’alcol ostacola al dispersione del calore. Per questo è bene evitare il più possibile di bere alcolici.

Limitare il consumo di cibi pesanti

Occhio! vanno limitati insaccati, cibi molto conditi, cibi fritti, formaggi stagionati e ogni pietanza cucinata in modo troppo elaborato: con il caldo la digestione diventa più difficoltosa, inoltre questi alimenti contengono elevate quantità di sale che non fa venire sete e trattiene i liquidi.

Fare pasti leggeri e frequenti

Meglio evitare di sovraccaricarsi di cibi la sera a cena dopo essersi tenuti leggeri durante il giorno. In generale vale la regola del 'poco e spesso': l’ideale sarebbe fare cinque o sei piccoli pasti al giorno (tre principali e due spuntini) privilegiando alimenti semplici e facilmente digeribili.

In sintesi ecco uno schema di quali sono gli alimenti da privilegiare durante l’estate:

Privilegiare la colazione agli altri pasti quotidiani, aumentare il consumo di verdura di stagione e yogurt, preferire il sale iodato, bere un litro e mezzo di acqua al giorno e rispettare le modalità di conservazione degli alimenti.

Sono alcune regole contenute nel decalogo alimentazione del Ministero della Salute.

Dieci consigli facili da ricordare e semplici da seguire, in vacanza o in città per trascorrere al meglio l'estate e perchè no? comprendere meglio i cibi e assumerli in modo consapevole.

Ecco le regole d'oro:

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.