Il singhiozzo

10/03/2011

singhiozzo bigIl singhiozzo è particolarmente frequente nei bambini, anche se hanno pochi giorni di vita. A volte si verifica più volte al giorno e spesso è insistente al punto da far preoccupare la neomamma.

Ma cos’è realmente il singhiozzo?

Si tratta di una contrazione involontaria del diaframma che provoca un ritorno d’aria su verso la laringe. Ciò provoca il rumore tipico del singhiozzo e le difficoltà di respirazione. Il singhiozzo è innocuo e spesso passa spontaneamente, senza richiedere alcun intervento. Ma la preoccupazione della mamma che vede il suo piccolino spossato da frequenti singhiozzi più volte al giorno è comprensibile.

Vediamo quali possono essere le cause di un singhiozzo persistente:

Nei bambini il singhiozzo può durare pochi minuti, può ripresentarsi più volte nella giornata e, in alcuni casi, può perdurare per lungo tempo.

Cosa si può fare per alleviare il singhiozzo?

Se il piccolo è ancora allattato, si può attaccarlo al seno perché deglutire fa passare il singhiozzo, altrimenti lo si può far bere un po’ d’acqua.
In alcuni casi si può solleticare sotto il nasino del piccolo per sollecitare uno starnuto. Starnutire allunga il diaframma e in genere fa passare il singhiozzo immediatamente.

Se il singhiozzo perdura e diventa insistente è meglio segnalarlo al pediatra

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.