Test di paternità

08/11/2013

test paternita bigIl test di paternità si effettua attraverso un prelievo di cellule, dalle quali è possibile estrarre il DNA, che avviene tramite un tampone orale: in parole semplici, una specie di grosso cotton fioc viene sfregato contro la parte interna delle guance.

Il DNA si trova all'interno del nucleo di ogni cellula ed è organizzato in cromosomi, in ogni cellula è contenuto l'intero patrimonio genetico di un individuo che si compone di 23 coppie di cromosomi (46 cromosomi totali). La trasmissione dei marcatori genetici segue le leggi della trasmissione ereditaria, per cui il profilo genetico di un figlio è:

ogni cromosoma è presente in doppia copia, una di origine paterna e una di origine materna.

Considerata la semplicità di esecuzione, il test può essere effettuato anche a casa propria mediante l’invio di un kit specifico che comprende i tamponi boccali, le buste per la conservazione dei tamponi, la necessaria modulistica e le istruzioni. Data la delicatezza dell’argomento, i kit vengono sempre inviati in confezioni del tutto anonime per rispettare la necessaria privacy. I risultati possono essere ritirati presso il laboratorio di riferimento oppure ricevuti direttamente a casa. Il costo del kit e dell’analisi dei campioni è di circa 300 euro.

E’ importante specificare che il test eseguito a casa, poiché effettuato appunto in forma anonima, non ha alcun tipo di valore legale, e resta quindi un’informazione a servizio del genitore non utilizzabile in un contenzioso giudiziario.

Negli ultimi anni c’è stato un vero e proprio boom nel settore dei test di paternità, sia quelli eseguiti in laboratorio che a casa. Nel 2011 ad esempio c’è stato un incremento del 15% rispetto all’anno precedente.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.