come truccare i bambini a carnevale

Truccare i bambini per Carnevale

30/01/2017

Non è raro trovare un angolo dedicato proprio a questo gioco all’interno di asili nido, scuole dell’infanzia ma anche ludoteche che accolgono i bambini più grandicelli. Poter immaginare di essere qualcuno diverso da sé ha un gran fascino a qualsiasi età. Ecco perché il Carnevale è uno dei momenti dell’anno più attesi sia dai grandi che dai piccini. Qualche accorgimento però è utile per vivere solo il bello di questa festa, soprattutto per quel che riguarda i trucchi che i bambini utilizzano per travestirsi e che potrebbero causare allergie alla loro pelle delicata. Vediamo come truccare i bambini a Carnevale.

Il primo consiglio utile è acquistare i prodotti per il trucco in farmacia per essere certi della sicurezza dei componenti utilizzati e alla fine dei festeggiamenti il bambino deve essere accuratamente struccato con prodotti specifici e delicati e lavato con acqua pulita. Bisogna preferire prodotti ipoallergenici e controllare sempre la data di scadenza prima dell’acquisto e dell’utilizzo.

Fare attenzione, quindi, ad acquistare prodotti certificati. Ecco i consigli dell’Associazione Italiana Imprese Cosmetiche:

  • attenzione al prodotto troppo a buon mercato: se un prodotto è scaduto oppure è stato fabbricato in Cina, magari utilizzando sostanze che in Italia sono vietate, i rischi per la pelle sono in agguato
  • osservare con attenzione la composizione del prodotto: se la crema è troppo densa oppure troppo liquida o ha una strana consistenza meglio evitare di comprarla
  • non acquistare questi prodotti su Internet o sulle bancarelle, ma rivolgersi sempre a rivenditori ufficiali

Una buona idea per verificare che il bambino non sia allergico ad uno dei prodotti usati, è testarlo su una piccola zona di pelle (ad esempio dietro l’orecchio) per qualche minuto prima di procedere con il trucco completo.

Inoltre, è importante evitare di truccare le zone del viso particolarmente delicate come occhi e bocca.

Quali cosmetici usare sui bambini per Carnevale?

Gli esperti invitano a diffidare di prodotti cosmetici e trucchi che non siano di alta qualità.

Questi prodotti possono rappresentare una potenziale fonte di esposizione agli allergeni nei bambini e quindi causare importanti reazioni allergiche

leggo in una nota la Società Italiana Allergologia Asma Immunologia Clinica (Siaac).

Gli esperti spiegano che la barriera epidermica svolge un ruolo cruciale per lo sviluppo di sensibilizzazione e dermatiti. In altre parole la pelle può diventare estremamente sensibile e quindi vulnerabile a causa di dermatite atopica, anomalie della barriera cutanea e ripetuto contatto con gli allergeni.

Utilizzare prodotti e cosmetici di scarsa qualità rischia di aumentare la sensibilizzazione della pelle del bambino, favorendo l’insorgenza di dermatiti allergiche da contatto. Si tratta di una forma allergica diffusa che non va sottovalutata e va presa in debita considerazione quando il bambino presenta eczemi recidivanti.

Erminia Ridolo, docente di Allergologia e Immunologia Clinica presso l'Università di Parma e membro Siaac, spiega che in questi casi il bambino va fatto visitare da uno specialista e va sottoposto ad approfondimenti diagnostici come il patch-test ed esame gold-standard per diagnosi di allergia da contatto.

Cosa fare in caso di reazioni allergiche

Se la pelle del bambino manifesta irritazione, ad esempio prurito, rossore o gonfiore, il trucco va tempestivamente eliminato.

Spesso bisogna ricorrere a creme antibiotiche per sedare la reazione allergica ed è importante intervenire tempestivamente per evitare di dover successivamente intraprendere una terapia antibiotica dovuta alle sovra infezioni.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.