afte nei bambini

Afte nei bambini

23/02/2017

L’afta, conosciuta anche come stomatite aftosa, è un’ulcera dolorosa all’interno della bocca che è causata dalla rottura della mucosa delle guance, delle gengive, della parte interna delle labbra, o della lingua. Vediamo cosa fare per curare le afte nei bambini e quali rimedi possono essere efficaci.

Ci accorgiamo, magari, che il bambino ha delle bollicine bianche in bocca, che si lamenta, non vuole mangiare. Potrebbero essere afte, che affliggono più comunemente bambini e adolescenti nella fascia d’età 10-19 anni-.

Afte ricorrenti, cause

Cosa provoca le afte in bocca? Le afte nei bambini sono solitamente causate da stress o da disfunzioni del sistema immunitario: ritmi di vita poco stressanti, dieta appropriata e buona igiene orale aiutano a prevenire la comparsa di questa infezione. Altre cause sono legate a piccoli traumi (morsicature, bevande molto calde, apparecchi ortodontici), e a carenze di vitamine, ferro e zinco. Anche le intolleranze alimentari sono spesso causa di questo disturbo.

Esistono tre forme principali di afte:

  • Afte minori: le più comuni. Presentano piccola ulcere tonde e ben delineate. Guariscono in circa 10 giorni.
  • Afte maggiori: hanno diametro superiore ad 1 cm e sono molto dolorose. Sono causa di maggior produzione di salivazione e alito cattivo e durano fino a 6 settimane lasciando spesso una cicatrice
  • Afte erpetiformi: sono tipiche dell’età adulta e sono costituite da più ulcere raggruppate.

Afte in bocca ai bambini e febbre

Le afte nell’infanzia sono a volte associate alla malattia mani-piedi-bocca, un'infezione virale lieve che colpisce in particolare i bambini sotto i 10 anni e che guarisce spontaneamente in circa dieci giorni.

Questo virus si manifesta proprio con piccole lesioni dolorose in bocca, sulle mani e sui piedi e a volta con febbre.

Afte nei bambini, rimedi

L’afta non è un disturbo grave ma è senz’altro molto fastidioso. Se il dolore è significativo o se le ulcere sono particolarmente grandi possono essere applicate creme con benzocaina e utilizzati collutori a base di acqua salata.

In farmacia esistono alcuni rimedi che si possono provare, come Alovex, che è a base di acido ialuronico, che favorisce il processo di cicatrizzazione, e di aloe vera che dona sollievo e contribuisce a creare un film protettivo, oppure come Aftamed bambini, un gel al gusto di chewing-gum a base di acido ialuronico ad alto peso molecolare.

I metodi casalinghi più conosciuti sono invece lo sfregamento dell’ulcera con il limone e l'applicazione di bicarbonato di sodio per un minuto.

Se il bambino non vuole mangiare non forzatelo: alcuni alimenti sono davvero insopportabili, come il sugo di pomodoro, gli agrumi, ma anche quelli che finiscono con lo sfregare sulle ulcere.

Se le afte dovessero essere ricorrenti vi consiglio sempre di rivolgervi al pediatra che saprà indagare meglio sulle possibili cause.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.