capodanno con i bambini

Capodanno con i bambini

26/11/2012

Capodanno è una delle feste più amate dai bambini. Si cena insieme ad amici e figli di amici, si sta alzati fino a tardi. Si sparano i fuochi di Capodanno e si vedono i fuochi da dietro i vetri delle finestre di casa.

Ma ogni anno proprio a causa dei botti di Capodanno si contano i feriti e le vittime di quella che dovrebbe essere la notte più felice e promettente dell’anno e che spesso si trasforma in tragedia, soprattutto per i più piccoli.

I pediatri del Bambin Gesù di Roma ricordano che l’uso di fuochi apparentemente innocui - come le stelline, le girandole o le fontane - da parte dei bambini con meno di 14 anni deve avvenire sempre con la supervisione di un adulto e che ai bambini va sempre spiegato qual è il modo più sicuro per usare i fuochi.

  • Acquistare solo fuochi di artificio sicuri e certificati. Secondo le indicazioni fornite dalla Polizia di Stato i fuochi devono riportare un’etichetta dove sono indicati: il numero di protocollo del Ministero dell'Interno che ne autorizzato il commercio del prodotto, il nome del prodotto, la ditta produttrice, il Paese di produzione e l'importatore, la categoria, le principali caratteristiche costruttive, una descrizione delle modalità d'uso.
  • Mai dirigere il fuoco verso oggetti o persone: anche la più semplice stellina può provocare, con le sue scintille, danni agli occhi o causare ustioni e incendi.
  • Mai raccogliere fuochi per strada perché questa abitudine è spesso responsabile di casi di perdita di un arto, danni oculari o ustioni (circa un terzo di tutti gli accessi per danni causati dai fuochi di artificio al Pronto Soccorso del Bambin Gesù di Roma, ad esempio, riguarda i bambini, soprattutto i maschietti).
  • Tenere lontani i più piccoli e gli asmatici dal balcone dove si sta sparando o coprire la bocca con una mascherina perchè l’aria che si respira dopo l’esplosione dei fuochi di artificio è carica di sostanze potenzialmente tossiche che possono provocare crisi respiratorie e asma.
  • E ancora, non manomettere i fuochi d'artificio: non ridurre mai il sostegno dei razzi né accorciare la miccia dei petardi, accendere i fuochi con il braccio teso per evitare che la loro esplosione possa causare lesioni a mani e occhi, non inserirli in contenitori, non fari scoppiare in ambienti chiusi.

Per approfondire consulta il documento dei Carabinieri per un uso appropriato dei fuochi.

E se il piccolo si è procurato una ustione?

Se è di lieve entità mettere la parte colpita sotto l’acqua corrente per dieci minuti e poi andare al Pronto Soccorso.

Ma come festeggiare con i bambini nel modo migliore?

I pediatri sconsigliano ristoranti affollati, veglioni fino a notte fonda e luoghi rumorosi per i bambini con meno di 5 anni e comunque anche i piccoli fino a 10 anni dovrebbero veder rispettate le proprie abitudini in materia di bioritmo e alimentazione.

Gli esperti consigliano una serata in casa, con familiari o amici, così i bambini potranno andare a dormire se si sentiranno stanco e restare comunque nell’ambiente che è loro familiare.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.