coliche del neonato

Coliche del neonato, sintomi e rimedi

24/01/2017

Le chiamano colichette e sono la principale causa di pianto del bambino e dell’insonnia dei genitori. Vediamo come si manifestano le coliche del neonato, quali sono i sintomi, quanto durano e come possiamo fare per aiutare il bambino.

Colichette del neonato, come riconoscerle

Si tratta di coliche gassose gastrointestinali causate da un eccessivo accumulo di gas nel pancino che provoca crisi di dolore, soprattutto nelle ore del tardo pomeriggio e in quelle serali.

Durante il giorno il bambino è generalmente tranquillo, mentre la sera inizia ad essere agitato, irritato e quando le crisi di dolore aumentano il suo pianto può essere acuto e intermittente e può durare anche per ore.

Possiamo considerare questi come elementi che ci fanno capire che il neonato soffre di colichette:

  • il bambino sta tranquillo durante il giorno e poi comincia a piangere sempre alla stessa ora, in genere nel pomeriggio;
  • seguite la regola del 3: il bambino piange per 3 ore, per 3 giorni alla settimana, per più di 3 settimane consecutive;
  • tira le gambe verso l'addome, ha i muscoli tesi e i pugni stretti.

Coliche del neonato, quanto durano

Generalmente è un disturbo che si presenta nelle prime due o tre settimane di vita e scompare intorno ai tre mesi.

La ricerca non è ancora riuscita a far luce sulle cause di queste coliche e quindi nemmeno a studiare una terapia efficace al 100%.Non è nemmeno sicuro che possano influire gli alimenti che la mamma mangia durante l'allattamento.

Coliche del neonato, rimedi naturali

Durante la crisi uno dei rimedi più effiaci è quello del massaggio.

Stendere il piccolo a pancia in giù o fargli dei leggeri massaggi sull’addome disegnando un cerchio attorno all’ombelico ruotando la mano in senso orario. Come in queste foto.

massaggio per le colichette

Può anche essere utile piegare le sue gambine in modo da favorire la fuoriuscita dei gas.

colichette neonatali

Purtroppo nessuna terapia farmacologica può dirsi realmente efficace (l'efficacia degli stessi farmaci antimeteorici come il famoso Mylicon, non è stata dimostrata), molto di più può fare una coccola in più, carezze, una parolina dolce pronunciata con tono sommesso. E’ estremamente importante riuscire a trasmettere al bambino serenità e tranquillità: se la mamma è agitata la sua ansia si trasmetterà a lui, acuendo le sue crisi.

Dopo la poppata è bene far fare il ruttino al bambino. Questo non solo per scongiurare il rischio di rigurgiti, ma anche per favorire l’espulsione dell’aria accumulata durante la poppata.

Personalmente ho trovato un giovamento dalla somministrazione di probiotici, ho notato che il piccolino soffriva di meno quando gli somministravo le goccine di probiotici, ma vi raccomando sempre di parlarne con il pediatra. Al contrario non ho notato un beneficio dalle classiche tisane al finocchio o la camomilla.

Coliche del neonato, cibi da evitare

Non esiste in realtà prova certa che cambiare l'alimentazione, evitare alcuni cibi o prediligerne altri possa offrire un beneficio concreto ai bambini che soffrono di coliche. Tuttavia una certa attenzione alla propria alimentazione, se si sta allattando, è d'obbligo. Ad esempio possiamo provare ad eliminare dalla nostra dieta quotidiana il latte vaccino e le proteine del latte che, si sa, riescono a passare nel latte materno e quindi possono creare qualche disturbo al pancino. E' consigliabile anche evitare di assumere spezie, cibi piccanti e altri aliemnti che possono essere irritanti.

Consigli per la mamma

Il pianto incessante del neonato può essere causa di grande stanchezza e frustrazione per la mamma. Un recente studio ha anche collegato le coliche neonatali con l’emicrania della mamma: i figli delle donne che soffrono di emicrania hanno maggiori probabilità di avere le coliche. Si instaura, così, un circolo vizioso: la colica causa il pianto che causa l’emicrania e così via.

Se ti senti stanca, triste, irritabile non esitare a chiedere l’aiuto di un familiare o di un’amica per dormire un po’, uscire all’aria aperta o, semplicemente, prenderti del tempo per te stessa.

Per approfondire guarda il video

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.