rimedi naturali per l insonnia

Rimedi naturali per l'insonnia: come curare ansia e insonnia con le erbe

23/01/2017

La fitoterapia è un’antica pratica che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere e sempre più persone in tutto il mondo scelgono di affidarsi ad erbe e rimedi naturali per l'insonnia, ma anche per la cura di alcuni disturbi legati all’insonnia, all’ansia o alla depressione.

La Global Neuroscience Initiative Foundation, un ente di beneficenza che si occupa di salute mentale, ha esaminato 24 tipi di erbe comunemente utilizzate per valutare le loro efficacia.

Ecco le più comuni

Aiuta a combattere l’ansia, ha proprietà sedative per il sistema nervoso. Inoltre, agevola il sonno fisiologico e combatte gastrite e colon irritabile. In caso di elevato sovradosaggio si possono verificare lievi effetti a carattere allucinogeno.

Conosciuta e utilizzata da tempo immemorabile, la valeriana si può trovare sotto forma di infuso, di tintura, di pillola o di estratti. Grazie alle sue proprietà calmanti è indicata in presenza stati di agitazione e difficoltà di origine nervosa nell'addormentarsi.

Grazie alle sue proprietà, non è utilizzato solo come ansiolitico o sedativo del sistema nervoso centrale, ma anche come ricostituente e antidiarroico.

Di questa pianta, la fitoterapia utilizza soprattutto le foglie ma anche i fiori e gli steli. La melissa viene utilizzata principalmente per sedare velocemente gli stati d’ansia, dovuti ad uno stress improvviso. E’ inoltre utilizzata per curare l’emicrania e alcune patologie gastroenteriche poiché svolge un’azione spasmolitica. L’estratto di foglie di melissa è infine utilizzato grazie alle sue proprietà antivirali contro l’herpes labiale.

Non particolarmente nota in Europa, è invece piuttosto diffusa nel resto del mondo per indurre il sonno e contrastare la stanchezza. Viene inoltre impiegata per curare le infezioni del tratto digerente, i dolori reumatici, l’asma e per lenire il dolore.

Aiuta la qualità del sonno evitando risvegli frequenti e facilita l’addormentamento. L'escolzia è utilizzata perché agisce sul sistema nervoso centrale favorendo il sonno senza dare stordimento al risveglio.

Ovviamente se siete incinte è sempre bene parlare con il vostro medico dei problemi di insonnia. Durante la gravidanza è facile non riuscire ad dormire subito e avere qualche difficoltà: il peso del pancione, la frequenza delle minzioni, un po' di paura che sale quando la gravidanza volge al termine ed altri fattori possono rendere difficile dormire tranquillamente.

Esistono comunque delle tisane e gocce naturali che possono aiutarvi a rilassarvi e riposare meglio.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.