Fragole ai bambini

09/07/2014

fragole bigIl frutto estivo maggiormente amata dai bambini? Belle da vedere, buonissime e zuccherine le fragole sono uno dei frutti estivi che maggiormente imbandisce le nostre tavole.

Esistono diverse tipologie di fragole:

  • Beirubi ha una forma allungata
  • Pocahontas ha una forma rotonda
  • Gorella ha una forma a cuore
  • Carezza ha grandi dimensioni e una forma conica regolare
  • Alba ha una forma conica e matura precocemente rispetto alle altre
  • Roxana ha un color rosso intenso e di maturazione medio tardiva
  • Arosa ha una forma tondeggiante
  • Darselect ha un colore rosso intenso, molto dolce e di grandi dimensioni.

Oltre ad essere saporitissime, le fragole hanno molte alte qualità che le dovrebbero rendere davvero protagoniste della dieta quotidiana. Sono, ad esempio, costitute per l’85% da acqua e quindi hanno una potenze azione dissetante e idratante e grazie alla presenza del fruttosio (zucchero tipico della frutta a basso indice glicemico) il loro consumo è concesso anche a chi soffre di diabete.

Proprio sulle fragole si è concentrata l’attenzione di un team di studiosi dell’Università Politecnica delle Marche che ne ha studiato i vantaggi per la nostra salute.

Ricchissime di vitamina C (il 50% in più delle arance) e povere di calorie e zuccheri, le fragole hanno un potere antiossidante - grazie alla presenza di fitonutrienti che aiutano a combattere i radicali liberi- e anti-infiammatorio incredibile, riducono le ulcere gastriche, proteggono la pelle dai raggi UV-A, abbassano i livelli di colesterolo cattivo. Inoltre, secondo la ricerca, le fragole riuscirebbero a rendere meno aggressive le cellule di alcuni tumori specifici.

Questi bei frutti rossi contengono anche buone quantità di fibre che aiutano a mantenere un buon livello di sazietà e contribuiscono all’equilibrio della flora batterica intestinale.

Per qual che riguarda il consumo da parte dei bambini, a causa della presenza di istamina le fragole rientrano in quella categoria che le definisce 'alimenti allergizzanti', cioè alimento potenzialmente in grado di scatenare una reazione allergica nel soggetto che lo mangia. Sebbene ciascun pediatra abbia il suo parere e il suo modello di svezzamento, le fragole vengono normalmente inserite all’interno dello programma di svezzamento dei bambini dopo il dodicesimo mese di vita quando il sistema digerente del piccolo ha completato il suo processo di maturazione e quindi eventuali reazioni allergiche sono meno probabili.

Il segreto per deliziare il palato e scegliere fragole sode al tatto e di colore uniforme, il picciolo deve essere fresco ed ancora attaccato alla fragola. Se presentano parti bianche non sono ancora mature. Inoltre, per evitare che diventino molli è necessario lavare delicatamente (senza lasciarle a mollo, poiché perdono facilmente le loro proprietà nutritive) e consumarle subito dopo.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.