Scegliere il nome

13/07/2010

scegliere nome bambino bigScegliere un nome per il proprio bambino è il primo atto d’amore che i genitori fanno nei suoi confronti, oltre che essere una grande responsabilità.

Non è un incarico da prendere a cuor leggero perché il nome che gli verrà dato lo accompagnerà per tutta la vita e potrà influenzare i suoi rapporti sociali e alcuni momenti chiave della sua vita.

Come scegliere il nome

Può darsi che siate costretti dalle tradizioni familiari a dare a vostro figlio lo stesso nome del nonno: in questo caso avrete ben poco di cui preoccuparvi e ben poca scelta.

Ricordate, però, che se il nome di origine familiare è davvero difficile da portare voi potete e dovete opporre resistenza.

Fate un elenco di nomi che vi piacciono e poi leggeteli a voce alta accanto al cognome.

Evitate nomi cacofonici o ridicoli ma anche i nomi che, accostati al cognome, danno frasi che possono essere ridicolizzate.

Non potete sapere che carattere avrà vostro figlio quindi pensateci bene prima di chiamarlo Asdrubale: se avrà un’indole mite e timida potrà convivere con difficoltà con un nome così imponente.

Verificate la compatibilità tra il nome e il cognome: ripetere l’associazione più e più volte e scrivete le due parole su un foglio per vedere che effetto fa.

Verificate la compatibilità del nome con quello di eventuali fratelli e sorelle: il nome scelto piace ai fratelli? Non date a tutti i bambini i nomi di figli famosi o citati da film o libri, inoltre evitate di usare nomi che abbiano la stessa radice.

Ricordate che per legge non si possono più mettere nomi separati dalla virgola, quindi un Francesco Paolo Maria dovrà firmare esattamente così, e che la legge impone dei vincoli alla scelta del nome: ad esempio il D.P.R. 396/2000 indica che è vietato imporre al bambino:

  • lo stesso nome del padre vivente;
  • lo stesso nome di un fratello o di una sorella viventi;
  • un cognome come nome;
  • un nome non corrispondente al sesso (lo scorso anno una coppia ha visto riconosciuto dal Tribulane il diritto di chiamare la propria bambina Andrea);
  • nomi ridicoli o vergognosi.
  • In questi casi l’Anagrafe sospende la registrazione e affida il caso alla Procura, cui compete pronunciarsi sulla richiesta.

    Infine scegliete un nome che si accompagni musicalmente con il cognome: se il cognome è lungo e imperioso va bene un nome più breve e semplice, mentre a un cognome comune e corto si accompagna perfettamente un nome più lungo e carico di storia.

    Quali sono i nomi più diffusi in Italia?

    Francesco e Sofia sono i nomi ancora in pole position nel 2012, seguiti da Giulia e Alessandro, quelli più tradizionali sono sempre meno diffusi (soprattutto al nord).

    In aumento i nomi stranieri sull'onda del cambiamento etnico in atto e quindi sempre più comuni:

    • per le femminucce: Hana Islam Taha Mohamed, Huixuan Jenny, Malak, Eriny Sameh Karim,
    • per i maschietti Ishayattaha, Amir, Ahmez ed Ewan Senethma
    capriati bw square
    Francesca Capriati
    Giornalista
    Mamma blogger
    Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.