al supermercato con i bambini

Al supermercato con i bambini

26/04/2011

Una spesa fatta di corsa al supermercato con bambini al seguito. Il risultato è molto spesso una mamma con i nervi a fior di pelle, in preda a uno stressante e costante affanno e bambini capricciosi e urlanti che finiscono col riempire il carrello di inutili schifezze.

Ti riconosci in questo quadro?

È giunto il momento di cambiare le cose e magari di vivere il momento della spesa con i bambini in modo diverso, sia per te che per loro.

Innanzitutto riscopri il valore della spesa.

La maggior parte delle volte facciamo la spesa di corsa, senza guardare con attenzione i prodotti che compriamo, senza leggere le etichette e alla fine senza fare una seria valutazione critica del nostro acquisto.
Eppure si potrebbe vivere la spesa al supermercato anche come un momento di condivisione con i bambini, nonché come un’occasione per trasmettergli delle preziose informazioni circa il valore del denaro, la qualità di ciò che mangiano ogni giorno, l’importanza di saper scegliere e distinguere, ad esempio, la frutta e la verdura di stagione.

In altre parole, affrontare l’appuntamento con la spesa in un’ottica diversa, ritagliandosi per l’occasione un’ora invece che i risicati venti minuti di fretta forse contribuirà anche a stemperare lo stress causato dai bambini, che notoriamente non aiutano a gestire le situazioni di tensione.

In questo senso può essere utile coinvolgere direttamente i bambini nella spesa, insegnando loro a riconoscere una mela che va acquistata da una che va lasciata sul banco, oppure per raccontargli cosa sono le lenticchie o, infine, per aiutarli a orientarsi nella scelta di una confezione di formaggini (magari operata in base al prezzo, alla qualità e alla fedeltà al prodotto) di fronte a un intero scaffale pieno di formaggini di ogni prezzo e tipo.

Una volta che avranno fatte proprie le nozioni di base si può stilare una piccola lista della spesa che elenchi i prodotti che saranno gli stessi bambini a dover scegliere. In questo modo verranno responsabilizzati per un’azione che viene delegata loro.

I vantaggi del coinvolgimento dei bambini nella spesa

Secondo un interessante studio condotto dall’Università del Minnesota, i bambini che vengono coinvolti nella spesa possono trarre giovamento da questa attività e viverla proprio come esercizio di mente e corpo, allenando:

  • le abilità matematico-logiche:
    • metti cinque mele nel sacchetto per favore?
    • prendi il tipo di fagioli più grandi tra questi sullo scaffale?
  • i cinque sensi:
    • tocca questa mela, è matura o acerba?
    • prendi due mele rosse, tre pere verdi e qualche peperone giallo?
  • la capacità di osservazione:
    • prendi i nostri cereali dallo scaffale?"

Tuttavia per garantire lo svolgimento della spesa nella maggiore serenità possibile è meglio fissare alcune regole che vanno condivise e scritte insieme prima di andare al supermercato:

  • non è permesso correre nel supermercato;
  • devi restare sempre vicino a me e non puoi allontanarti;
  • vanno comprati soltanto i prodotti scritti su una lista ma il bambino può inserire nella lista della spesa due prodotti a sua scelta e così via…
capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.