cibi da evitare in gravidanza

Cibi da evitare in gravidanza

25/01/2018

Durante la gravidanza una particolare attenzione è destinata all’alimentazione. I consigli su cosa mangiare o non mangiare si sprecano e non sempre i pareri sono unanimi. In questo post proveremo a fare il punto su quali sono i cibi da evitare in gravidanza e quali, invece, non dovrebbero mai mancare dalla dieta quotidiana.

La dieta mediterranea è il tipo di alimentazione più indicato per la donna durante la gravidanza.

Cereali, fibre, proteine nobili, vitamine sono gli elementi caratterizzanti la nostra alimentazione e garantiscono alla gestante tutti i nutrienti e le sostanze di cui ha bisogno e di cui ha bisogno il feto.

E' abbastanza chiaro cosa è bene mangiare durante i nove mesi di gestazione:

Per avere un’idea chiara è bene chiedere al proprio ginecologo di fiducia, ma nel frattempo qualche indicazione di massima può essere utile.

Alimenti da limitare

Alimenti da evitare

Come ricorda il Ministero della Salute alcuni alimenti possono essere veicolo di agenti patogeni come Listeria monocytogenes e Toxoplasma gondii, responsabili di patologie a carico del feto, altri alimenti possono veicolare germi responsabili di infezioni o tossinfezioni alimentari. Ecco alcune indicazioni:

Alessandra Kustermann della Fondazione IRCCS Ospedale Maggiore Policlinico, Mangiagalli e Regina Elena dice no agli integratori e spiega che se si segue una dieta corretta l’uso di integratori non serve, e non ha alcun fondamento scientifico. L’unica eccezione è l’integrazione di acido folico che previene malformazioni del tubo neurale, come la spina bifida, ed è l’unico integratore realmente efficace e consigliabile.

Tuttavia molti ginecologi prescrivono un integratore multivitaminico per tutta la gravidanza: fidatevi del vostro medico e seguite le sue indicazioni con la massima serenità.

La dieta seguita dalla madre durante la gravidanza spinge in futuro i bambini a cedere alla "voglia" di alcol e sigarette. Se infatti la donna incinta si rimpinza di cibo spazzatura, il cervello del bambino viene "programmato" per godere della combinazione di drink alcolici e nicotina in futuro. A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori della Rockefeller University.

Per arrivare a queste conclusioni gli scienziati hanno effettuato una serie di esperimenti sui topi: hanno confrontato la propensione alla nicotina e all'alcol di topi "adolescenti" figli di mamme che in gravidanza hanno seguito una dieta a base di cibi grassi o una dieta sana.

Ebbene, i topolini esposti a una dieta grassa prima della nascita hanno cercato di ottenere una dose di nicotina e alcol, molto più di quanto hanno fatto i topi esposti a una dieta sana. Secondo i ricercatori, le stesse conclusioni potrebbero valere anche per gli esseri umani.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.