Convivenza tra fratelli

07/11/2012

gelosia fratelli bigSi dice che il figlio unico faccia felici i genitori e due o più figli facciano felici i bambini, così come è comune la convinzione che avere due bambini sia da un certo punto di vista più semplice perché giocando insieme si intrattengono a vicenda. Tutto vero certo, ma quando nasce il fratellino, sebbene il primogenito sia stato preparato a dovere, il senso di gelosia e le conseguenti liti possono diventare quotidiane.

Non sempre infatti i bambini riescono a comunicare tra loro, soprattutto quando la differenza di età è evidente, oppure amano dividere spazi, giochi e attenzioni dei genitori.

Qualche piccolo suggerimento può essere un vero e proprio salvataggio per le mamme in difficoltà, soprattutto per aiutare il fratello maggiore a sopravvivere al nuovo arrivato.

Dedicare singolarmente del tempo a ciascun bambino.

Soprattutto il fratello maggiore ha bisogno che una parte della giornata venga dedicata esclusivamente a lui. Venti minuti possono essere sufficienti se la vostra giornata è davvero piena; ma non negategli mai, sono un momento molto prezioso per lui.

Coltivare amicizie esclusive

Ognuno dei bambini necessita di avere dei 'propri' amici e, soprattutto, compatibili con l’età di ognuno.

Non costringete il più grande a giocare con il piccolo.

Difficilmente troverà attraenti i giochi del fratello minore cosi come i giochi del fratello grande saranno troppo difficili per il piccolo.

Non affidate al 'più grande' responsabilità inadatte alla sua età.

E’ il fratello maggiore certo, ma è comunque un bambino e non può essere responsabile dell’incolumità del piccolo di casa: non può controllarlo, evitare che cada, fare attenzione a ciò che fa. Questo è il compito dei genitori.

Dividere lo spazio.

No ai cassetti contenenti i vestiti, i giocattoli o gli oggetti personali di entrambi i fratelli. I bambini devono essere aiutati a percepirsi come individui autonomi con precisi confini fisici e psicologici.

Insegnate a ciascuno dei vostri figli a rispettare gli oggetti dell’altro.

Giochi, quaderni, colori possono essere utilizzati solo dopo aver chiesto il permesso al legittimo proprietario.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.