Sport e certificati medici

22/01/2013

certificato medico sportivo bigPalestra, piscina, corsi di atletica. Ogni volta che un bambino inizia una nuova attività sportiva viene richiesto un certificato medico di sana e robusta costituzione. Si tratta di un documento che ha una validità di un anno e che va preparato dal pediatra di base o da un medico sportivo.

Il certificato medico è redatto dal medico di famiglia ed è gratuito per chi ha meno di 18 anni, mentre costa circa 20 euro per gli adulti.

Il Ministro Lorenzin ha recentemente diffuso nuove Linee Guida in proposito, (il documento è disponibile sul sito del Ministero della Salute) che specificano:

Chi deve fare il certificato?

  • Gli alunni che svolgono attività fisico-sportive parascolastiche, organizzate cioè dalle scuole al di fuori dall'orario di lezione.
  • Coloro che fanno sport presso società affiliate alle Federazioni sportive nazionali e al Coni (ma che non siano considerati atleti agonisti)
  • Chi partecipa ai Giochi sportivi studenteschi nelle fasi precedenti a quella nazionale.

Quali sono i medici certificatori?

  • Il medico di medicina generale per i propri assistiti.
  • Il pediatra di libera scelta per i propri assistiti.
  • Il medico specialista in medicina dello sport ovvero i medici della Federazione medico-sportiva italiana del Comitato olimpico nazionale italiano.

Quando fare i controlli e quanto dura il certificato

  • Il controllo deve essere annuale.
  • Il certificato ha validità annuale con decorrenza dalla data di rilascio.

Quali esami clinici sono necessari

  • Per ottenere il rilascio del certificato è necessaria l'anamnesi e l'esame obiettivo con misurazione della pressione e di un elettrocardiogramma a riposo effettuato almeno una volta nella vita.
  • Per chi ha superato i 60 anni di età associati ad alti fattori di rischio cardiovascolare, è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente.
  • Anche per coloro che, a prescindere dall'età, hanno patologie croniche conclamate che comportano un aumento del rischio cardiovascolare è necessario un elettrocardiogramma basale debitamente refertato annualmente.
  • Il medico può prescrivere altri esami che ritiene necessari o il consulto di uno specialista.

Le linee guida non si applicano all’attività ludica e amatoriale, per le quali il certificato resta facoltativo e non obbligatorio.

Ma perchè è importante effettuare la visita medico sportiva?

Una legge del 1982 dispone che tutti gli atleti che praticano un’attività sportiva a livello agonistico debbano sottoporsi a una visita approfondita e alcuni esami indicati dalla legge stessa.

Ma la visita sportiva è importante anche per chi svolge un’attività sportiva a livello amatoriale, perchè rappresenta un’ottima occasione per fare il punto sullo stato di salute generale e anche per testare la propria capacità di resistenza fisica allo sforzo.

La visita consiste in una valutazione complessiva della salute del paziente, anche attraverso specifici esami come elettrocardiogramma a riposo e sotto sforzo e spirografia per valutare la capacità e la funzionalità polmonare.

E cosa si intende per attività amatoriale, ludica, non agonistica ed agonistica?

Attività ludico-motorie amatoriali

Sono tutte le attività praticate da persone non tesserate presso società sportive o enti di promozione sportiva, finalizzate al benessere psico-fisico del soggetto. Rientrano in tale categoria, ad esempio, gli esercizi di fitness, il jogging, la danza, la frequentazione di una piscina, il gioco del tennis o il calcetto. Requisito indispensabile è che tali attività non siano esercitate sotto forma di gara o di competizione.
Per tali attività non è necessaria alcuna forma di certificazione medica, in quanto possono essere svolte liberamente. È ovvio che ogni persona potrà, se lo ritiene opportuno - e dovrebbe essere così - richiedere un parere al proprio medico curante riguardo all’attività che intende svolgere. Ma si tratta solamente di un parere senza necessità alcuna che il medico metta per iscritto l’idoneità o meno del soggetto. Solamente se il soggetto richiedesse espressamente che il medico rilasciasse comunque un certificato di buona salute, tale attestato verrà rilasciato dal medico curante in forma libero professionale alla tariffa che egli riterrà più opportuna. 

Attività sportive non agonistiche

Vengono definite tali:
  1. Le attività sportive organizzate dalle scuole quali attività parascolastiche in orario extra-curriculare.
  2. I Giochi della Gioventù con esclusione della fase nazionale (cioè in tutte le fasi di selezione).
  3. Le attività svolte da soggetti che, pur essendo tesserati presso società sportive o enti di promozione sportiva, non siano considerati atleti agonisti.

In questi casi il certificato medico di idoneità è OBBLIGATORIO, ha durata annuale e può essere rilasciato da specialisti in medicina dello sport, i medici di medicina generale ed i pediatri di libera scelta. Per quanto riguarda la gratuità o meno di questi certificati, se rilasciati da medici sportivi sono a pagamento. Se rilasciati da medici di medicina generale o pediatri di libera scelta sono gratuiti ESCLUSIVAMENTE se riguardano le fasi pre-nazionali dei Giochi della Gioventù. La gratuità riguarda solamente la visita e la certificazione: se il sanitario ritenesse opportuno o necessario eseguire accertamenti (ECG, Radiografia del torace, esami ematici), questi sono a totale carico del soggetti che richiede il certificato.

Attività sportive agonistiche

Sono quelle praticate continuativamente in forme organizzate da società sportive, enti di promozione riconosciuti dal CONI e le attività relative alla fase nazionale die Giochi della Gioventù. Per poter esercitare queste attività è necessario che il soggetto sia dotato di un LIBRETTO SANITARIO SPORTIVO, rilasciato da centri pubblici o accreditati di medicina sportiva al momento della prima visita medica effettuata. Solamente i medici specializzati in medicina dello sport sono autorizzati a rilasciare questi certificati di idoneità sportiva, che devono essere richiesti dalla società presso cui lo sportivo è tesserato mediante un modulo regionale consegnato al soggetto stesso. Il certificato, rilasciato a pagamento, ha normalmente validità di un anno, tranne che per alcuni sport (bocce, golf) in cui la validità è biennale.

Dove effettuare la visita medico sportiva per sport agonistico?

Ci si può rivolgere alla propria Asl territoriale e prenotare una visita a seguito della quale verrà rilasciato il certificato di idoneità dietro pagamento di un ticket. Ma ci si può rivolgere anche ad un medico sportivo privato purché sia iscritto nell’elenco regionale e abbia la specializzazione.

E’ necessario presentare una lettera di richiesta da parte della società sportiva di appartenenza.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.