curare il bambino malato

Curare il bambino malato

10/01/2012

Tutti i genitori imparano velocemente a riconoscere i sintomi della prima febbre invernale in arrivo, mal di gola, tosse, raffreddore e il gioco è fatto: a casa per qualche giorno sperando passi presto.

Mantenere la calma in queste occasioni aiuta il piccolo paziente a guarire prima e evita stress inutile a tutta la famiglia ma soprattutto è un messaggio positivo per i nostri figli che imparano ad affrontare le avversità della vita quotidiana con lo spirito giusto e tanta grinta.

Uno sguardo veloce alle più comuni malattie dell’infanzia:

  • Vomito

E’ uno dei sintomi più critici per i genitori che spesso peggiorano le cose cercando di reintegrare nuovi liquidi troppo in fretta. In realtà per impedire la disidratazione basta bere frequentemente piccole quantità di liquido, da 1 a 3 cucchiaini ogni 5-10 minuti e anche se il vomito è forte in genere si riesce a gestire questa piccola quantità di liquido. Una buona alternativa: un ghiacciolo.

  • Diarrea

Sintomo molto comune che di solito accompagna il vomito quando i bambini hanno un’infezione virale. Se l’appetito è scarso sarà utile alleggerire il pranzo e la cena mangiando banane, riso, mele al forno (insaporite con chiodi di garofano e uva passa) e toast.

  • Tosse e naso che cola

Sintomi di infezione delle alte vie respiratorie, se il bambino ha il naso che cola senza tosse non esagerare con farmaci antinfluenzali basta un semplice decongestionante nasale o, per i bambini più piccoli, gocce nasali con una soluzione fisiologica per aspirare i muchi con una pompetta. Per la tosse forte il vapore del bagnetto caldo può essere veramente di grande sollievo.

  • Febbre

La maggior parte dei genitori tratta la febbre dei bambini con antipiretico consigliato solo se la temperatura corporea supera il 38°. Consultare un medico se il bambino a meno di 3 mesi.


  • Dolore addominale
    I dolori addominali possono essere causati da un virus o da semplice stitichezza, in ogni caso non c’è un buon trattamento sintomatico per alleviare il fastidio. Rivolgersi al medico se il dolore persiste o si aggrava.

  • Mal d’orecchio
    Sollievo dal dolore con antinfiammatorio
    consigliato la visita del medico se si sospetta un'infezione.

  • Mal di gola
    Il mal di gola è un sintomo aspecifico, potrebbe essere un’infezione alla gola da streptococco. Se il bambino ha mal di gola ed è molto congestionato è utile un antidolorifico, se si sospetta faringotonsillite consultare il medico per un controllo specifico.

 

Ma cosa possiamo fare insieme ai nostri bambini per non farli annoiare troppo quando si ammalano?

 

Se è necessario che stiano a letto cerchiamo di creare un’atmosfera confortevole sistemando qualche cuscino in più, puzzle e libri a portata di mano, fazzolettini di carta in abbondanza, un bicchiere d’acqua sul comodino e un campanello per chiamarci quando ci allontaniamo. Importante ricordarsi di farli bere di più, l’acqua zuccherata con una fetta di limone, una goccia di colorante alimentare rosso con tanto di cannuccia e ombrellino diventa un vero e proprio gioco e fa volare la fantasia. Coccole, relax e tanto, tanto sonno faranno il resto: lasciar dormire ei bambini malati quanto tempo vogliono è uno dei modi più efficaci per aiutarli a recuperare le forze e la buona salute..

Qualche altra idea:

  • Recuperare vecchi DVD già visti, rivederli insieme può essere l’occasione giusta per commentare cosa ci era piaciuto e perché.

  • Ripescare vecchi libri nella biblioteca di casa o comprare riviste per bambini come l’enigmistica o giornalini a fumetti.

  • Mettere in bella mostra vecchi giocattoli. Non importa quale sia la loro età, quando i bambini non si sentono bene fa loro stranamente piacere tornare a giocare con cose che non usano più da tempo.

  • Caramelle colorate a portata di mano, calmano un leggero mal di gola e addolciscono il palato e l’umore.

  • Guardare album di foto o filmini di famiglia.

  • Organizzare il teatrino delle marionette, è il momento giusto per parlare tra di noi attraverso voci strampalate di pupazzi di pezza.

 

 

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.