le malattie piu comuni nei bambini

Le malattie più comuni nei bambini

19/12/2016

Sebbene le vaccinazioni abbiano reso ormai rare la maggior parte delle malattie, ne esistono molte altre che sono ancora molto diffuse soprattutto nei più piccoli. Vi elenco le malattie comuni nei bambini, con un rimando al post più dettagliato.

RSV- virus respiratorio sinciziale

E' la causa principale della bronchiolite (l’infiammazione delle piccole vie aeree) e della polmonite. L'infezione inizia con sintomi simili a quelli dell’influenza, come naso che cola e tosse

Otite

Ne soffrono moltissimi bambini a causa delle loro piccole trombe di Eustachio. Questi tubi collegano le orecchie alla gola e possono bloccarsi soprattutto a causa del freddo che provoca l'infiammazione. I sintomi includono febbre, agitazione, e ovviamente dolore all’orecchio. La maggior parte delle infezioni dell'orecchio sono dovute a virus e si curano da sole. Le vaccinazioni aiutano a prevenire le infezioni da batteri che possono causare infezioni dell'orecchio.

L’otite media con versamento: si tratta di un accumulo di fluido nell'orecchio medio (con o senza dolore) che porta ad un’infezione acuta dell'orecchio o delle alte vie respiratorie.

Malattia mani-piedi-bocca

E' una malattia esantematica che ha una maggiore diffusone in estate e inizio autunno. Provoca febbre e soprattutto vesciche sulla parte interna della bocca, i palmi delle mani, i glutei e le piante dei piedi. Non è particolarmente contagiosa e di solito dura una decina di giorni.

Congiuntivite

Lacrimazione, arrossamento, prurito, e le ciglia attaccate a causa del pus sono i principali segni della congiuntivite. Questo disturbo è spesso causato dagli stessi virus che portano il raffreddore e quindi ha una diffusione veloce soprattutto nelle scuole e negli ambienti chiusi. E’ necessario far visitare il bambino per avere una terapia efficace.

Quinta malattia

Causata dal parvovirus B19, causa un’eruzione cutanea di colore rosso soprattutto sul viso del bambino. La malattia si risolve spontaneamente entro una decina di giorni e non esistono cure particolari. E’ sconsigliata l’esposizione al sole. 

Infezioni da Rotavirus

E' la causa più comune di gastroenteriti virali fra i neonati e i bambini al di sotto dei 5 anni. In particolare, nei bambini molto piccoli (tra i 6 e i 24 mesi) il virus può causare una diarrea severa e disidratazione. La malattia ha un periodo di incubazione di circa due giorni, dopo i quali insorgono febbre, disturbi gastrici, vomito e diarrea acquosa. Spesso si guarisce spontaneamente ma in caso di disidratazione forte è assolutamente necessario recarsi dal medico.

Varicella

Si previene facilmente facendo vaccinare il proprio bimbo. Poiché la varicella può causare pericolose complicazioni nei neonati, negli adulti e nelle donne in stato di gravidanza, vaccinarsi è estremamente consigliato. 

Morbillo

Anche questa malattia si previene con il vaccino. L'infezione inizia con febbre, naso che cola e tosse, dopodiché su tutto il corpo si presenta un’eruzione cutanea diffusa. La maggior parte dei bambini guarisce in due settimane, ma in alcuni casi la malattia può portare anche alla la polmonite o ad altri problemi. 

Parotite

Si tratta di una malattia infantile che era molto comune prima della diffusione del vaccino specifico. L'infezione spesso non ha sintomisalvo il classico gonfiore delle ghiandole tra l'orecchio e la mascella.

Rosolia

E' un virus mite che di solito non provoca problemi seri.Tuttavia, può danneggiare il feto se una donna incinta si infetta. I sintomi sono febbre bassa ed esantema cutaneo che si estende dalla faccia al resto del corpo. Il vaccino MMR protegge contro morbillo, parotite e rosolia. 

Pertosse

Si tratta di una malattia infettiva contagiosa, epidemica ed endemica che causa un'infezione acuta delle vie respiratorie. Gli antibiotici non sono particolarmente utili nel trattamento, per cui la vaccinazione è essenziale per la prevenzione.

Meningite

E' un’infiammazione o infezione del tessuto intorno al cervello e al midollo spinale. In adolescenti e adulti, i sintomi principalisono mal di testa, febbre, e torcicollo. I bambini piccoli possono avere sintomi simil-influenzali o irritabilità estrema. La meningite virale è generalmente mite,ma la meningite batterica è più grave, con gravi conseguenze se non viene trattata rapidamente. 

Scarlattina

E' una malattia infettiva acuta contagiosa, caratteristica dell'età pediatrica, che si manifesta con febbre e con un’eruzione cutanea rossa accompagnata da mal di gola. L'eruzione cutanea inizia sul petto e sull'addome e si diffonde in tutto il corpo, accompagnato da una lingua dall’aspetto a fragola e febbre alta. In assenza di trattamento, può portare alla febbre reumatica e, in rari casi, danni al cuore.

Sindrome di Reye

Una malattia pediatrica di grave intensità che si presenta a causa della somministrazione di acido acetilsalicilico (la comune aspirina). Si manifesta con nausea, vomito, e sintomi neurologici come perdita della memoria e disorientamento. E’ inoltre è caratterizzata da disturbi epatici talmente gravi da portare a uno stato di coma fino alla morte.

Impetigine

Un’infezione batterica della pelle, spesso causata da batteri stafilococco. E’ piuttosto comune soprattutto nei mesi estivi e, trattata con i giusti antibiotici non lascia segni sulla pelle. 

Tigna

Un’infezione della cute causata da funghi patogeni. Provoca dei segni rossi a forma tonda sulla pelle o sul cuoio capelluto. Il fungo si diffonde facilmente da bambino a bambino, per questo bisogna evitare di condividere pettini, spazzole, asciugamani e vestiti.

Malattia di Lyme (borreliosi)

Una malattia di origine batterica che si manifesta con eruzioni cutanee "a bersaglio" o ad "occhio di bue", febbre, brividi e dolori muscolari. La causa della malattia di Lyme è un batterio che infesta le zecche, che a loro volta possono trasmetterlo all'uomo e agli animali.

Allergie stagionali

Si tratta di una reazione alle particelle microscopiche come il polline che provoca starnuti, lacrimazione e naso che cola o chiuso. I bambini possono costantemente strofinare il naso con il palmo della mano, un gesto chiamato il saluto allergico. Non esiste una cura per la febbre da fieno, ma ci sono modi per aiutare a controllare i sintomi.

Sindrome di Kawasaki

Capitolo a parte per questa malattia che non si può accomunare alle altre per frequenza ma che colpisce soprattutto i bambini d'età inferiore ai 4 anni con un picco nel secondo anno di vita. I sintomi includono febbre alta, eruzioni cutanee a chiazze, gonfiore e arrossamento delle mani e dei piedi, occhi iniettati di sangue, labbra rosse e screpolate. In assenza di trattamento, la malattia può danneggiare il cuore e può essere fatale.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.