dieta mediterranea

Dieta mediterranea

25/11/2011

Olio extravergine d’oliva, pesce e carne bianca, verdure e frutta, cereali: gli ingredienti per un vero e proprio elisir di lunga vita e buona salute. Stiamo parlando della dieta mediterranea, diventata nel 2010 addirittura un patrimonio dell’Umanità tutelato dall’Unesco.

Sono davvero numerose le ricerche scientifiche che hanno indagato sugli effetti che un regime alimentare tipicamente mediterraneo ha sulla salute e non mancano le buone notizie:

  • uno studio dell’Università di Granada, ad esempio, ha scoperto che grazie alla dieta mediterranea aumentano le concentrazioni di cromo e di ferro nel sangue;
  • uno studio greco ha scoperto che la dieta mediterranea riesce a ridurre il rischio di sindrome metabolica, un insieme di disturbi come obesità, diabete e pressione alta che aumenta le probabilità di soffrire di una malattia cardiovascolare;
  • una ricerca condotta su cinquantamila bambini 'mangiare mediterraneo' riduce i rischi di allergie a carico dell’apparato respiratorio.

E questa non è che una ridotta selezione di risultati davvero promettenti ottenuti da studi sulla dieta mediterranea.

Ma perché questo regime alimentare sarebbe così salutare?

Il segreto sta nei suoi ingredienti principali.

  • Olio extravergine: ricco di sostanze antiossidanti e acidi grassi monoinsaturi, che combattono i danni alle cellule e l’invecchiamento dei tessuti, proteggono da numerose malattie, abbattono il colesterolo cattivo (LDL) e favoriscono l’aumento del colesterolo buono (HDL). Le sostanze contenute nell’olio extravergine, inoltre, aumentano la produzione di bile e riducono la quantità di zuccheri nel sangue. L’olio extravergine svolge un’azione benefica soprattutto in gravidanza e nella prima infanzia: gli acidi grassi essenziali contenuti nell’olio, infatti,  sono importanti costituenti delle cellule e del sistema nervoso. Consumare olio, inoltre, aiuta a contrastare il problema, piuttosto frequente nelle donne incinte, della stipsi. Nel bambino l’olio extravergine favorisce il processo di mineralizzazione delle ossa, lo sviluppo del cervello ed è molto digeribile, ideale per lo svezzamento.
  • Frutta e Verdura: sono ricche di vitamine e di sali minerali, nonché di fibre.
  • Cereali: pasta, riso, pane, soprattutto se integrali apportano fibre ma soprattutto carboidrati, la vera e propria benzina per l’organismo.
  • Legumi: lenticchie, piselli, fagioli e tutti gli altri legumi apportano proteine vegetali fondamentali e preziose (si tratta di aminoacidi essenziali, come la lisina, la treonina, la valina, il triptofano)  e fibre, ma anche altre preziose sostanze come fosforo, calcio, ferro, potassio. Le fibre contenute nei legumi, infine, aiutano a regolare la funzionalità intestinale e riducono glucosio e colesterolo nel sangue.
  • Pesce e carne bianca: apportano la giusta quantità di proteine nobili e sono digeribili e leggeri. Il pesce, in particolare, è ricco non solo di proteine nobili, ma anche di fosforo e iodio, due minerali essenziali per la crescita del bambino. Inoltre il pesce è ricco di grassi polinsaturi omega 3, che riducono i livelli di colesterolo e trigliceridi e la formazione di placche di colesterolo nei vasi sanguigni.

Per avere un’idea più chiara delle quantità e dei tipi di alimenti da consumare ogni giorno e ogni settimana per seguire la corretta dieta mediterranea vi indico una piramide alimentare realizzata dalla Ausl di Piacenza

piramide dieta mediterranea

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.