fasi del travaglio

Quali sono le fasi del travaglio

23/11/2016

Come inizia il travaglio e come si arriva dalle prime contrazioni alla nascita del bambino. Vediamo insieme quali sono le fasi del travaglio.

Ogni travaglio è diverso dall’altro, tuttavia si possono distinguere alcune fasi che si susseguono dalla prima contrazione fino all’espulsione del bambino.

Vediamole.

Fase prodromica

Prima Fase

E’ consigliabile non stare con il cronometro in mano per controllare ossessivamente il tempo che passa tra una contrazione e l’altra e svuotare la vescica spesso. In questa fase si può perdere il cosiddetto 'tappo mucoso' (una piccola massa gelatinoso striata di sangue) o si può verificare la rottura delle acque: una perdita di liquido amniotico. In questo caso è bene chiamare il ginecologo e andare in ospedale.

Seconda fase (fase di transizione)

Fase espulsiva

La testa del bambino è ormai visibile, quando è emersa completamente il medico praticherà l’aspirazione del naso e della bocca e verificherà lo stato del cordone ombelicale. Se gira intorno al collo lo farà scivolare sopra la testa o, se necessario, lo taglierà. La testa si gira da un lato e poi le spalle ruoteranno per poter uscire facilmente. Un’ultima contrazione e usciranno spalle e corpo.

Il bambino è nato!

Se non ci sono complicazioni il medico poserà il bambino sul ventre della madre e lo coprirà con una coperta calda. Il partner o un medico taglierà il cordone ombelicale.
Tutti i dolori saranno già dimenticati!

Secondamento

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.