lo sviluppo del feto mese per mese

Lo sviluppo del feto mese per mese

22/11/2016

La gravidanza dura generalmente 40 settimane dalla data dell’ultima mestruazione e i medici tendono a misurarla in settimane e non in mesi.

Il periodo che passa tra un ciclo mestruale e l’altro è in media di 28 giorni.

Se il ciclo è regolare, l’ovulazione ha luogo intorno al 14simo giorno. Quando l’ovulo viene fecondato ha inizio la gravidanza e il prodotto del concepimento (chiamato blastocisti) scende giorno dopo giorno dalla tuba fino alla cavità uterina dove si impianterà.

Da quel momento trascorreranno circa 35 settimane durante le quali l’embrione diventerà feto e poi nascerà un bambino:

  • 4/5 settimane: ha luogo una fase definita di “annidamento”: l’embrione si attacca alle pareti dell’utero attraverso una fitta rete di molecole adesive che vengono prodotte sette giorni dopo la fecondazione. In questo modo viene collegato alla circolazione sanguigna dell’organismo materno.  In questa fase misura circa 5 millimetri, il suo cuore batte già, il sesso è già determinato, il cervello inizia a formarsi.
  • 6/7 settimane: alla fine della settima settimana l’embrione è lungo 10 millimetri
Leggi anche:
Tutto sui nove mesi di gravidanza
  • 8/9 settimane: procede la formazione di occhi, bocca, orecchie, mani e piedi, cuore, polmoni, reni, fegato e intestino. L'embrione cresce fino a 22 mm.
  • 10/14 settimane: dalla decima settimana in poi non si parla più di embrione ma di feto. Alla 12a settimana il feto è completamente formato e d'ora in avanti dovrà crescere e maturare. Il bambino si muove, ma i suoi movimenti non possono ancora essere avvertiti dalla mamma.  La frequenza del battito cardiaco è circa il doppio di quella di un adulto. Il bimbo cresce fino a circa 85 mm. e pesa 25 gr. I sintomi fastidiosi della gravidanza (nausea, stanchezza, etc.) possono iniziare a migliorare. Il rischio di aborto spontaneo inizia a diminuire al termine della 14sima settimana.
  • 15/22 settimane: il feto cresce rapidamente. I primi movimenti fetali vengono avvertiti dalla mamma all'inizio di questo periodo se si tratta di un secondo bimbo, o alla fine se si tratta della prima gravidanza: i primi movimenti vengono percepiti come un guizzo di pesce o un frullio d'ali.  A 22 settimane il bimbo pesa circa tre etti e mezzo.
  • 23/30 settimane: il bambino risponde agli stimoli sonori e tattili. Deglutisce piccole quantità di liquido amniotico ed urina nel sacco amniotico. Può avere il singhiozzo e si succhia spesso il pollice. Il suo cuoricino può essere percepito dal papà se questi appoggia l'orecchio nel punto giusto dell'addome materno. Il bimbo sente i rumori attorno a sé anche se attutiti dall'acqua. Ascolta anche le voci e le può riconoscere. Gradisce la musica. Può distinguere la luce dal buio. Dopo la 24sima settimana il bambino ha probabilità di sopravvivenza in caso di parto prematuro. Alla 30a settimana la lunghezza dalla testa al pollice è di circa 24 cm. Il peso è circa 1.400 gr. Ha inizio il congedo parentale: se le condizioni fisiche lo permettono la mamma può lavorare fino all’ottavo mese di gravidanza presentando un certificato medico che attesta la sua buona salute.
  • 31/36 settimane: il feto si muove con regolarità, soprattutto di notte quando la mamma riposa e lui non viene cullato dai movimenti. Può trovarsi già in posizione corretta per il parto, ma anche in posizione podalica (con i piedi in giù). C’è ancora tempo per girarsi, però, e per nascere in modo naturale. Potrebbero presentarsi delle lievi contrazioni preparatorie.
  • 37/40 settimane: il bambino pesa tra i 2 chili e mezzo e 3 chili, è lungo circa 50 cm. Inizia a compiere i primi  movimenti respiratori. Intorno alla 38sima settimana la sua testa scende nelle pelvi e il bambino si impegna con il corpo a prepararsi alla nascita.  Anche la pancia della mamma si abbassa.

Video dello sviluppo del feto

 

Segui la gravidanza mese per mese

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.