Frutta e verdura? Dai che è buona!

07/10/2014

alimentazione bambini bigCome far mangiare la frutta e la verdura ai bambini? Impresa non semplice!

L’avversione, pressoché innata, dei bambini di non voler mangiare frutta e verdura è praticamente inspiegabile! Certo è che sapere che il bambino della nostra amica o collega mangia senza alcun problema ortaggi e frutta, irrita le mamme con bambini meno onnivori ancor di più che sapere che i suddetti bambini sono riusciti camminare a nove mesi!

Un vero cruccio, quindi, per moltissime mamme, ma qualche trucchetto può venire in aiuto di genitori disperati alle prese con piccoli che sdevono essere 'allenati' ad una dieta varia e sana.

  • Innanzitutto non dimentichiamo mai che i bambini sono dei grandissimi emulatori. Se i genitori non consumano frutta e verdura, difficilmente lo faranno i loro figli. Dare il buon esempio è importantissimo ed è altrettanto importante non solo far vedere ai bambini che mamma e papà sono i primi a mangiare erba verde e mele, ma che li consumano con gusto!
    Provate per credere! una sera consumate con ingordigia una bella coppa di macedonia davanti ai vostri figli, di certo dopo un po’ vorranno assaggiarla.

  • Condividere la preparazione del pasto è un momento improntate: innanzitutto offre l’occasione per trascorrere del tempo con i vostri bambini e in secondo luogo impareranno ad apprezzare il cibo potendolo toccare, assaggiare e annusarlo. E certamente mangeranno con maggior curiosità il cibo preparato proprio con le loro mani!
    Molti bambini impareranno a cucinare: la cucina potrebbe diventare una vera e propria passione perciò talvolta, è utile assecondarli quando vi propongono qualche esperimento culinario… Chissà, che non scopriate anche voi una nuova ricetta!

  • Evitate di proporre sempre le stesse ricette. Andare sul sicuro per essere certi che mangino è una tentazione forte, soprattutto la sera dopo una giornata di lavoro, ma è un grande errore. Il cibo non deve essere solo un modo per alimentarsi, deve essere un piacere, una scoperta di nuovi sapori, un’esperienza. Anche per noi adulti. Concediamoci nuove ricette e il tempo giusto per gustarle, tutti seduti intorno a un tavolo, magari con un po’ di musica in sottofondo e molte chiacchiere e risate.

  • Il gusto dei bambini si sviluppa nel tempo e quindi un alimento rifiutato oggi, potrebbe essere apprezzato la volta successiva.

  • Usiamo i colori: piatti presentati bene e in modo allegro stimolano la curiosità del bambino e lo invitano ad assaggiare il cibo proposto più volentieri.

  • Infine, nel proporre un alimento nuovo associate ad una portata di sicuro successo: se il bambino ama gli gnocchi, provate a condirli con una crema di verdure piuttosto che con il solito sugo rosso. Avrete più possibilità di successo!
capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.