i dolci della befana

I dolci della Befana

07/11/2016

Nel giorno dell’Epifania (che tradizionalmente 'tutte le feste porta via') i bambini aspettano con ansia di trovare appesa al camino o alla sponda del loro letto, la calza della Befana piena di caramelle, cioccolatini e altri dolcini.

E tutti sperano di essere stati abbastanza buoni da non aver meritato nemmeno un pezzetto di carbone.

Ma cosa possiamo mettere nella calza della befana per far felici i bambini?

Innanzitutto bando ai giocattoli
La psicologa Enza Cipolletta precisa che dopo l’overdose di regali avuti a Natale non è affatto necessario fare ancora regali anche alla Befana: i bambini rischiano di non riuscire più ad apprezzare la relazione con gli altri “che diventano importanti solo in base al valore materiale di ciò che sono in grado di comprare”.

Caramelle, cioccolatini e...
La Federazione dei medici pediatri (Fimp) suggerisce, inveve, di limitare le caramelle, che possono essere eccessivamente ricche di zuccheri, coloranti e conservanti, e di preferire le gelatine di frutta o i cioccolatini.
Condivide l'idea anche l'Associazione nazionale dentisti italiani (Andi) che ricorda come un eccessivo consumo di caramelle sia direttamente collegato alla carie: evitare di mettere nella calza dolci che si attaccano ai denti perché “i residui, alterando il ph della bocca, sono l'alimentazione preferita dei batteri che attaccano la placca".

E.. una sorpresa?
Ma una Befana un po' stravagante potrebbe osare anche riempire la sua calza dolcetti diversi, più sani come la frutta secca, ricca di vitamina E e polifenoli.

Ma il carbone non può mancare!
Alcuni pediatri sono contrari, ma se in effetti il bambino è stato un po’ monello un pezzetto di carbone ci sta tutto. Attento a che non sia troppo duro perché il bello del ritrovarsi il carbone nella calza è che si può mangiare, soprattutto se preparato in casa dalla 'Befana'!

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.