si puo mangiare durante il travaglio

Si può mangiare durante il travaglio?

07/02/2017

Cosa si può mangiare durante il travaglio? Molte donne durante il travaglio non hanno alcuna voglia di bere o mangiare: i dolori spesso tolgono la sete e la fame, ma mangiare e bere prima di entrare in travaglio è utile per avere la giusta energia e aiutare il vostro corpo a svolgere il faticosissimo compito di far nascere un bambino; ma se per caso il travaglio comincia prima che voi abbiate avuto il tempo di idratarvi e alimentarvi non temete: potete farlo durante le doglie!

E' sempre importante chiedere prima al vostro medico ma in genere sgranocchiare qualcosa (soprattutto consumare la frutta) e bere durante il travaglio è consentito senza problemi ed anzi è consigliato proprio per evitare che le forze vi abbandonino troppo presto. Non assecondare la fame e la sete durante il travaglio vi potrebbe far incorrere in senso di stanchezza eccessiva, mal di testa, tremore: tutti segnali che il corpo umano lancia per indicare che il livello di energia è troppo basso e potete immaginare quante energie servano durante queste ore speciali ma faticose.

Durante la giornata è bene prediligere zuppe, insalate, cereali, verdure e legumi, tutti preziosi alleati che vi forniranno energia senza appesantivi troppo. Idealmente, sarebbe bene mangiare prima che inizi il travaglio e se si tratta di un parto indotto, si consiglia di consumare il proprio pasto circa 4 ore prima dell’induzione. Se invece il travaglio, come spesso capita, vi coglie alla sprovvista e a stomaco vuoto, ricordate questi semplici consigli:

Se il travaglio è avviato o vi si sono rotte le acque e la fame vi coglie, optate per consumare cibi ricchi di carboidrato per rilasceranno energia lentamente e vi aiuteranno a sostenervi duranti le contrazioni. Quale esempio: patate, cornflakes, banane, yogurt, cracker, biscotti, frutta, pane. L’importante è: “piccole quantità ma spesso”.

Da evitare, invece, gli alimenti pesanti e ricchi di grassi che vengono digeriti con maggiore difficoltà e che vi appesantirebbero rendendo il travaglio ancora più faticoso. Evitate anche i cioccolatini, i dolci e tutti quegli alimenti troppo zuccherati, cosi come le bevande energetiche, che forniscono energia nell'immediato ma che la fanno consumare altrettanto velocemente.

Se prevede un parto cesareo è molto importante che vi confrontiate con il vostro medico prima di prendere iniziative in merito all'alimentazione. Sarà lui a dirvi cosa mangiare e quando farlo, soprattutto in base al tipo di anestesia che prevede di utilizzare: se lo stomaco è pieno infatti e l’anestesia è totale il rischio è che in uno stato di incoscienza dovuto all'anestesia il cibo risalga la trachea e la ostruisca.

E viene sconsigliato di mangiare anche in caso di anestesia peridurale. Chiedete dunque indicazioni al medico anche per quel che riguarda l’alimentazione del giorno più indimenticabile della vostra vita: quello in cui conoscerete vostro figlio!

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.