Educare i bambini all'ordine

18/05/2012

mettere ordine bigL’educazione dei bambini inizia sin dai primi anni di vita, così come l’allenamento ad avere uno spirito di collaborazione in famiglia e soprattutto non è mai troppo presto per educare i bambini a mantenere in ordine i propri giocattoli, ma anche ad aiutare in casa apprendendo semplici buone abitudini, come gettare un rifiuto nel secchio della spazzatura o apparecchiare la tavola insieme ai genitori.

Ma come iniziare?

Innanzitutto è bene iniziare presto. La tentazione di mettere a posto noi perchè certamente si fa più presto oppure di apparecchiare la tavola in due minuti è certamente forte, ma è importante coinvolgere i bambini sin da piccolissimi. A tre/quattro anni i bambini hanno grande entusiasmo e grande voglia di partecipare e collaborare con i genitori e sono molto contenti quando vengono lodati e si sentono utili.

Quando sono più grandi, invece, le resistenze a staccarsi dall’attività che stanno facendo o dal cartone animato che stanno guardando per darci una mano possono essere molto alte e stabilire le regole in materia di collaborazione domestica e ordine può essere difficile.

Ecco qualche consiglio per abituare i bambini all’ordine

Se il bambino fa resistenza, piagnucola e fa i capricci perché non vuole mettere in ordine la cameretta gli si potrebbe chiedere: “secondo te per quale motivo bisogna mettere in ordine la cameretta?” e stimolare con la risposta una riflessione sull’importanza del tenere in ordine la stanza e i giochi.

I più grandi possono anche ricevere una piccola ricompensa se mettono a posto la camera: un cartone animato in più, un pezzo di cioccolata dopo la cena o una bustina di stickers della raccolta di figurine preferita.

Mamma puoi aiutarmi?”. Molti bambini chiedono ai genitori di aiutarli a mettere in ordine. Può andar bene, ma l’importante è che non passi il messaggio che a mettere a posto sia la mamma e non il bambino. Un buon approccio può essere quello di dividersi i compiti e di lavorare insieme: a ciascuno il suo incarico.

Spesso i bambini sgattaiolano fuori dalla stanza mentre stanno mettendo in ordine, si dedicano ad altre attività, vanno in bagno. Insomma, tutto pur di non mettere in ordine…e in pochi minuti. L’unica soluzione, almeno i primi tempi, è supervisionare le attività di riordino.

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.