nausea in gravidanza

Nausea in gravidanza

04/11/2016
I cambiamenti ormonali che si verificano all'inizio della gravidanza sono in gran parte responsabili della nausea in gravidanza. Gli estrogeni ma soprattutto 'impennata dell'ormone Beta Hcg nelle prime settimane sono strettamente legati ai sintomi come nausea, spossatezza, vomito e difficoltà di digestione. Per mia esperienza personale non ho mai sofferto di una eccessiva nausea quando ero incinta, ma indubbiamente nelle prime settimane c'erano alcuni cibi che mi disgustavano e al risveglio mi sentivo spesso con lo stomaco sottosopra. Per ovviare tenevo sempre in borsa un pacchetto di salatini da sgranocchiare al primo manifestarsi della nausea o del fastidio ed evitavo di restare digiuna.

Nausea in gravidanza quando inizia

La nausea mattutina è uno degli inconvenienti più comuni del primo trimestre di gravidanza (compare normalmente verso la sesta settimana di gestazione e inizia a diminuire intorno alla dodicesima) che affligge circa il 50% delle donne che si trovano in dolce attesa.

In moltissimi casi, inoltre, la nausea non si arresta dopo le prime ore dal risveglio ma va avanti tutta la giornata e spesso questa condizione porta a nutrirsi poco e male.

Dobbiamo anche dire, però, che la nausea è un sintomo buono della gravidanza, cioè vuol dir che se c'è le Beta stanno salendo come devono e la gravidanza sta procedendo bene. Insomma svegliarsi al mattino con la nausea è decisamente un buon segno.

Nausea in gravidanza, quando finisce

I livelli degli ormoni Beta Hcg si assestano alla fine del primo trimestre e di conseguenza anche la nausea comincia ad affievolirsi. Tuttavia può rimanere anche per i mesi successivi un certo disgusto per particolari alimenti oppure odori, il che è del tutto normale. L'importante è assecondare il proprio gusto.

Nell'1-2% delle donne in dolce attesa la nausea può non passare mai e diventare severa: in questo caso si parla di iperemesi gravidica, una condizione che può pregiudicare il sano e sereno svolgimento della gravidanza.

Leggi anche:
I consigli e il menu per una corretta alimentazione in gravidanza

Nausea in gravidanza, rimedi

Per cercare di arginare questo spiacevole effetto collaterale, dovuto allo scatenamento degli ormoni, è consigliabile:
  • bere molti liquidi,
  • mangiare poco ma spesso,
  • dormire a sufficienza
E’ inoltre utile integrare alcuni particolari alimenti nella propria dieta che oltre a fornire le sostanze nutritive necessarie al bambino per svilupparsi hanno anche la caratteristica di riuscire a evitare la nausea: tenete sempre a portata di mano il cosiddetto cibo 'secco': frollini, pane, fette biscottate sono in grado di assorbire l’eccesso di succhi gastrici prodotto dalla nausea. Se questa vi assale in particolar modo la mattina, è perchè lo stomaco dopo la pausa notturna è vuoto e, quindi, consumare una confezione di cracker prima di alzarvi, vi farà sentire meglio. Oltre a premunirvi di cibarie a disposizione per il risveglio, potete anche optare per una cena a base di carboidrati complessi, come i cereali integrali, che vengono digeriti lentamente diminuendo quindi le probabilità di svegliarsi con lo stomaco vuoto e sensazione di malessere.

Nausea in gravidanza, rimedi naturali

  • Tra la frutta, i maggiori alleati contro la nausea sono l’anguria e il limone, consigliabili alle donne in stato interessante anche per il loro elevato contenuto di vitamina C, che rafforza il sistema immunitario, e di vitamina A che aiuta ossa e denti del bambino a crescere.
  • Un altro interessante alleato nella lotta alla nausea e al vomito è lo zenzero. Ovviamente bisogna consultare il ginecologo per accertarsi di poterlo assumere, ma in linea di massima non ci sono problemi all’utilizzo di questa radice che viene masticata cruda o consumata attraverso tè, infusi e addirittura lecca lecca.
  • Senza abusarne, ci sono altri cibi che oltre ad essere decisamente gustosi, hanno un buon potere anti nausea: patate al forno e sottaceti.
  • La liquirizia è un altro rimedio della nonna anti nausea piuttosto consigliato. E' certamente efficace, ma bisogna prestare attenzione perché può aumentare la pressione sanguigna, e quindi le donne che già soffrono di ipertensione dovrebbero decisamente evitarla.
  • Di recente introduzione i ghiaccioli Lillipops, inventati da una donna inglese che ha combattuto contro la nausea durante le sue gravidanza. I ghiaccioli hanno vari gusti, limone, camomilla, arancia e zenzero, e secondo uno studio condotto dall’AOGOI (Associazione Ostetrici Ginecologi Ospedalieri Italiani) sono efficaci nel 95% delle future mamme.
capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.