primo mese di gravidanza

Primo mese di gravidanza

20/01/2017

Il primo mese di gravidanza è il momento in cui avviene il concepimento e una donna scopre di essere incinta. In genere conserva questo segreto solo per se stessa e il proprio partner. Nulla fa presagire che dopo nove mesi arriverà un bambino e che ha avuto inizio una delle più grandi e straordinarie avventure che una donna possa vivere.

Il test di gravidanza confermerà l’inizio della gravidanza e dopo aver fatto il test casalingo è bene contattare il proprio ginecologo che prescriverà un esame del sangue. Servirà a misurare i livelli degli ormoni beta Hcg, gli ormoni presenti solo in caso di avvenuto concepimento, grazie ai quali si possono capire tante cose sull’andamento della gravidanza: livelli troppo alti possono indicare una gravidanza gemellare o che qualcosa non sta andando per il verso giusto, e inoltre è proprio grazie a questo valore che si può fare una prima valutazione dell’età gestazionale dell’embrione.

Il ginecologo probabilmente prescriverà un integratore di vitamine e acido folico, una sostanza fondamentale per ridurre il rischio di malformazioni fetali e darà qualche consiglio su come portare avanti la gravidanza nel modo più sano possibile.
E’ importantissimo smettere di fumare e di bere alcolici e adottare delle abitudini più sane in materia di alimentazione.
L’esame del sangue rivelerà se è necessario proteggersi dalla Toxoplasmosi: in tal caso alcuni alimenti andranno evitati (soprattutto verdure crude, carne poco cotta, salumi).

Nelle prime settimane di gravidanza è consigliabile non fare attività sportive intense o sforzi inutili e chiedere sempre il parere del proprio medico prima di assumere farmaci di qualsiasi tipo.

Lo sviluppo del feto

Subito dopo il concepimento due cellule (zigote, la nuova cellula nata dall’unione del gamete femminile e quello maschile) iniziano a dividersi in 4, poi in otto e così via fino a creare una blastocisti composta da 64 cellule. Dopo cinque giorni dal concepimento l’ovulo fecondato si annida nell’utero dove trova un ambiente adatto per crescere per nove mesi. Per adesso è solo un embrione, nella prima settimana di gestazione è lungo meno di un millimetro, ma ha già dentro di sé il corredo genetico che contraddistinguerà l’essere umano che nascerà: il DNA, infatti, ha già stabilito se si tratterà di un maschio o una femmina, il colore dei suoi occhi, quello dei capelli e così via.

Alla fine della 4 settimana raggiungerà una lunghezza variabile tra i 2 e i 5 millimetri. Il suo cuore batte già, ma potrebbe non essere ancora visibile all’ecografia, che infatti viene rimandata ad almeno 8 settimane, e che più probabilmente mostrerà una camera gestazionale e il sacco vitellino, la placenta primordiale che nutre l’embrione attraverso un accenno di cordone ombelicale.

Cosa accade alla donna

I sintomi di un avvenuto concepimento possono essere molto soggettivi, ma frequentemente si verifica una leggera dolenza del seno, sonnolenza, qualche prima nausea, soprattutto al mattino.

Nel corso delle prime settimane di gestazione possono presentarsi delle sporadiche perdite di sangue. E’ bene avvertire sempre il proprio ginecologo, anche se, a meno che non sia un flusso continuo, possono essere le cosiddette 'perdite da impianto'. Un fenomeno normale e fisiologico.

Cose da sapere

La gravidanza dura 38 settimane, ma i ginecologici usano calcolarla a partire dalla data dell’inizio dell’ultimo ciclo mestruale, quindi, con questo metodo, si calcolano 40 settimane e si parla di età gestazionale.

Il primo mese di gravidanza si conclude dopo 4 settimane e 3 giorni (4+3).

Per approfondire guarda il video

Segui la gravidanza mese per mese

capriati bw square
Francesca Capriati
Giornalista
Mamma blogger
Dalla gravidanza al parto, dall'allattamento all'adolescenza: il mio spazio virtuale per condividere esperienze, difficoltà ed informazioni.